Volpe Luigi

Luigi Volpe, nativo di Accettura (MT), da oltre vent’anni vive a Bari con la famiglia. Laureato in lettere classiche e in teologia, ha insegnato nei licei di Matera e nel liceo scientifico di Triggiano. Vinto il concorso da preside, ha diretto l’istituto magistrale di Cagliari, il liceo scientifico di Mola, la scuola media di Bitritto.
Ha pubblicato varie opere. Nel 1998 un testo di poesia intitolato “Sacra terra”, nel 2004 un saggio di tradizioni popolari intitolato “Cristo oltre Eboli”, nel 2007 un saggio intitolato “La civiltà contadina”, nel 2008 un romanzo intitolato “La casa del sud”, nel 2011 il dizionario del dialetto di Accettura intitolato “La lingua dei masciaioli”, nel 2013 un saggio intitolato “Religione e magia nel Meridione d’Italia”, una raccolta di racconti e poesie nel dialetto di Accettura intitolato “Mò ve cònde na stòrie” e nel 2014 il “Dizionario del dialetto di Bitritto” e un ampio testo di poesie intitolato “Questa terra ed oltre”.
 
 
 
menzione d’onore
 
Latitudine 10
 
Parallelo tremendo
che taglia l’Africa a metà
che sventra Sudan e Nigeria
linea di separazione di due Dio
il Dio cristiano il Dio musulano
due Dio unici in duello perpetuo.
Ma non esiste un solo unico Dio?
Due eserciti schierati a battaglia
uno sopra sul colle con la bandiera di Allah
ad attaccare a lanciare dardi
l’altro sotto al piano con la Croce di Cristo
a difendersi  a ripararsi con le nude mani.
Da vent’anni
sangue nei vicoli dei villaggi nelle capanne
mille e mille croci nelle savane
donne schiavizzate fanciulle stuprate
in un’Africa
una di pelle nera
una di miseria nera.
Dio Allah-Dio Trino
Eterno  Uno Assoluto
uno sguardo di  pietà
sui tuoi adoratori
faccia a terra prostrati
che uccidono nel tuo nome
o a terra ginocchioni
che muoiono  nel tuo nome.