Millaci Dora

è nata a Liegi attualmente risiede a Genova. Scrittrice e poetessa poliedrica, ha pubblicato i seguenti libri: “Gli strani abitanti dell’Egmont” Ed. Greco & Greco  - arrivato finalista al Bancarellino nel 1992;  “Il segreto di Itzà Takil  ed. Akkuaria”  – Selezione Bancarellino nel 2009 e finalista al Premio Letterario un libro Amico per l’Inverno anno 2012; “Un puzzle Complicato” ed. Akkuaria; “Viaggio nel mondo dell’impossibile e dell’improbabile”  – Ed. Lulu; “L’orrenda creatura di Nasilungo e altre storie” – realizzato da Ass. Filo Creativo di Flavia (il ricavato è in beneficenza ai bambini autistici); “Attimi d’eternità” – libro di poesie Irda edizioni anno 2013. Ad oggi ha scritto circa 160 tra favole e racconti brevi e oltre 1.000 poesie, vincendo anche diversi premi. Alcuni suoi lavori sono presenti in 30 antologie. Collabora con giornali on-line e cartacei, oltre a scrivere sul suo blog. Socia dell’Associazione “Il filo creativo di Flavia” (aiuta disabili); Socia dell’Associazione Social Benefit Onlus (Ass. di volontariato); Coordinatrice di Genova e Provincia del M.I.D. (Movimento Italiano Disabili); Coordinatrice Regione Liguria Ass. Unalottaxlavita Onlus; Nel consiglio direttivo dell’associazione Artist & Creatives; collabora con l’Associazione Verba: che gli ha dedicato uno spazio tutto suo “L’angolo di Dora”;  Collabora con alcuni compositori per la realizzazione di versi poetici, incorniciando video musicali. Presente in diversi salotti letterari. Conduce una trasmissione radio sul web dal titolo: “Una voce per un aiuto”.
 
 
 
 
Menzione d’onore
 
A San Francesco
 
Soldato che si è fatto uomo
tolto delle vesti
illuminato nel cammino
la sua spada forgiata da mille battaglie
freddo
fame
povertà
 
Divenuto piccolo
per rivelarsi un domani Grande
obbediente
per poter servire
semplice
per essere specchio della sua anima
povero
per offrirsi umile al prossimo.
 
Guerriero impareggiabile 
di mille battaglie 
le uniche armi
fede
verbo
esempio nella sua persona
 
Messaggero di luce
amore vero e puro
ambasciatore di una realtà nuova
rispecchiata nelle creature del mondo
che lui, amava indistintamente
 
Quanto ha offerto
con la sua sofferenza
illuminando cuori e sentieri
di coloro che si erano persi
aprendo la strada in quell’oscurità
che è l’anima degli esseri umani
quelli che non vedono oltre... oltre loro stessi.