Maeder Antonella

Antonella Maeder è nata a Lugano il 10 febbraio 1968. Poetessa e scrittrice di rara sensibilità, si afferma nel panorama letterario contemporaneo italiano con il suo personale stile poetico, che ha conquistato pubblico e critica. Esordisce nel 2011 con la raccolta di poesie Quando amore vuol dire dolore. Molte le menzioni speciali e di merito per quest’opera, finalista in svariati premi letterari e prima classificata al Premio di Poesia siciliano Andrea Vajola. Nel 2013 pubblica L’amore vero e altre poesie, raccolta poetica già finalista al Premio Letterario Internazionale “Insieme nel Mondo” di Savona e tuttora in lizza ad importanti premi letterari. Con la sua terza raccolta di poesie Sopravvissuti alla vita, che contiene la poesia “Inno alla pace”, Antonella Maeder, con la sua lucidità, ironia e verità, nuovamente ci incanta e ci stupisce, dando voce all’ignoto con vigore poetico.
 
 
 
menzione d’onore
 
Inno alla pace
 
 
Perché le fanfare
quando i soldati
in fila per quattro
attendon massacri?
 
Perché i sospiri
e le fusa delle nazioni
al fin di condurci
all’inganno supremo?
 
Perché i canti e le grida
della folla vestita a fiori
nel vedere chi parte alla guerra
nel nome d’ignobili
fesserie?
 
Perché quando finisce
la nostra infanzia
e la nostra fortuna
ci fanno partire
per farci morire?
 
Perché lunghi convogli
d’uomini grigi
che dipingon di nero
le notti già nere
di pioggia di sangue,
di guerra e di morte?
 
Perché i monumenti
ad offrire disfatte
e le frasi già fatte
a seguir funerali?
 
Come può un bimbo
nel nascere morto
segnar la vittoria
per giorni di gloria
che altri han pagato?
 
Perché sulla terra
esistono ancora
angoli scuri
per il solo motivo
d’aver spento la luce
ai nostri fucili?
 
Perché vedere il tuo viso
da grosse lacrime scalfito, 
il tuo corpo offuscarsi,
scomparire e divenire 
un fior
su una tomba?
 
Perché nei prossimi giorni
non ci vestiamo
soltanto d’amore
per non ferir più la colomba
fino a farla morire?