Celegato Massimo

Celegato Massimo laureato in filologia greca (110/110) presso l’Università degli studi di Padova. Vincitore di concorso ordinario interregionale per la cattedra di materie letterarie, latino e greco nei licei. Docente di ruolo, ha ideato un metodo di semplificazione dello studio delle grammatiche greca e latina, nonché un metodo matematico per la traduzione degli autori classici. Consulente musicale della Provincia di Vicenza per la quale cura la rassegna internazionale “Concerti in villa”. Direttore artistico del coro “Pueri Cantores di Vicenza”, ha ridotto “Il flauto magico” di W.A.Mozart, (2000) “Hansel e Gretel” di Humperdink,(2001) “La Cenerentola” di Rossini (2002) ed il “Nabucco” di G. Verdi (2003). Per il Teatro Verdi di Milano, ha curato l’edizione del testo “Brundibar” di Hans Krasa (2009)
Curatore di cicli di trasmissioni radiofoniche quali “W.A:Mozart: una guida all’Assoluto”, “La Bibbia in musica”, “Guida all’ascolto della musica classica” (Circuito in Blu 2007-2010) (elenco su richiesta). Ideatore del corso di “Grammatica fonocromatica” e docente invitato presso l’Accademia delle Belle Arti “Cignaroli” di Verona come autore e coordinatore del laboratorio dal titolo: “La musica del colore, il colore della musica”, che struttura le regole pittoriche sulla base dell'analogia linguistica - musica. (2002-2009).
Ideatore del corso di “Pedagogia dell'ascolto”.(2005-2010) ha pubblicato “Per una pedagogia dell'ascolto” in “Atti del convegno internazionale Seghizzi”. Per i tipi della Golden Press ha pubblicato la sua prima raccolta poetica “Il silenzio dell'arca”. (2000). Per il Museo di Nove ha scritto “The, caffè e cioccolata nella fantasia dei compositori di musica classica”.(2005). 2012 Pubblica il suo libro “L’arpa di Lug” ed. Caosfera. Opere in corso di pubblicazione: “L'apprendista stregone e altre fantastiche storie della musica” , PRIMO volume della Collana “Le storie della musica” che, in più volumi, narra i principali poemi sinfonici, balletti e opere liriche della musica classica mondiale.
Nel 2010 Primo segnalato al Concorso Nazionale di Poesia “G.G. Belli” con la poesia “La mia alba”. Terzo premio alla prima edizione 2011 del Concorso Nazionale“Il lancio della penna” sez. raccolta di racconti – Bari. Vincitore del concorso internazionale “Artisti in strada” – Colmurano 2012 con la lirica “Pentesilea”. Finalista al concorso Nazionale di Poesia “G.G. Belli” 2013.
 
 
 
2° classificato
 
Come un bimbo
 
Il mio sguardo, 
cogliendo il profumo del cielo,
ascolta la silenziosa luminescenza 
del sorriso del mattino
ed esso ridesta il mio corpo
al suo bacio di latte proteso.
Come un bimbo, 
teneramente adagiato sul seno materno,
sugge la vita e l’amore
poi si assopisce in ridenti sogni futuri,
così reclino il capo nel tuo grembo, 
o Signore, 
e mi avvolgo della Tua dolce parola, 
mormorio di fronde ventose.