Carriero Francesco

 
Francesco Carriero è nato a Taranto il 9 marzo 1954.
Perito Industriale, accomuna al suo lavoro, la passione per la scultura in ferro battuto, poesia, letteratura, pittura, riscontrando, ampi successi a livello nazionale ed europeo.
É insignito del titolo di “Accademico”, da parte dell’Accademia Internazionale dei Micenei di Reggio Calabria; da parte dell’Accademia “Greci-Marino” Accademia del Verbano di Vercelli; da parte dell’Accademia Internazionale “Contea  di Modica” Ragusa. 
Riceve per meriti artistici scultorei, il titolo di “Maestro” dall’Ordine Nazionale Esperti e Periti d’Arte con iscrizione nell’elenco speciale al n. 133/2001.
Le sue sculture, sono presenti presso enti pubblici e privati, in Italia e all’estero.
Molte sue poesie hanno ricevuto vari riconoscimenti, compresa la rosa dei primi tre classificati. 
Alcune poesie e sculture, sono state pubblicate sulla rivista “Il Ponte Italo-Americano” (32 Mt. Prospect Avenue Verona, New Jersey 07044). Scrive commedie in italiano e in vernacolo.
Pubblica nel maggio 1991, il testo di poesia contemporanea in italiano “Momenti di Vita” per la Scorpione Editrice di Taranto.
Nel giugno 2009 pubblica il libro “La Divina, Commedia” una parodia che delinea tutti i canti, trasformandoli in situazioni comiche. Editore: Edizioni Simple di Macerata.
 
menzione d’onore
 
Ciao, nemico
 
Eravamo tra l’erba
come fiere in agguato;
nei nostri occhi era il sole,
nel cuore
il fiore dei vent’anni
che stringevano un freddo fucile.
Nei volti impauriti
il velo dell’ansia
più amaro dell’acuto dolore;
due vite nel cielo sospese,
un piccolo gesto
e le avremmo spezzate!
Parlavi una lingua diversa
ma un gesto di pace
fu subito d’intesa.
Ciao, nemico, ti dissi
e te ne andasti senza parlare.
Nel ricordo di quell’antico
momento,
il tuo volto mi ritorna alla mente
ed un giorno, una mano,
 la spalla mi scrollò;
“ciao, nemico” mi dicesti,
ci abbracciammo;
i nostri figli ci guardavano
tenendosi per mano!